Banner in alto

I cristiani devono sentirsi responsabili di fronte ai mondi della comunicazione, dell’educazione e delle scienze, per far sentire la presenza della Chiesa nella società e animare con intelligenza, nel rispetto della loro legittima autonomia, i diversi linguaggi dell’arena pubblica
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
Copercom con Bagnasco
Il Copercom (Coordinamento delle associazioni per la comunicazione) si associa alla preoccupazione espressa dal presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, che...
Leggi tutto...
Sì a legge su fine vita
Il tavolo dei presidenti del Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione) ha approvato il seguente Ordine del giorno in relazione al dibattito...
Leggi tutto...
Delle Foglie: nuovo presidente Copercom
“Ascoltare, dialogare e promuovere. Sono le tre linee guida che dovranno caratterizzare l’attività futura del Coordinamento per un impegno comune”. È l’invito...
Leggi tutto...
Banner
Banner
«  novembre 2017  »
lmmgvsd
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930 
26
Mar
2012
Bene il Governo su tv e minori PDF Stampa E-mail
minoritutelaLa certezza che i nostri bambini non si potranno imbattere, accendendo la tv, “in programmi pornografici e violenti gravemente nocivi”, così come la presenza sugli schermi del bollino rosso per tutta la durata delle trasmissioni televisive con “contenuti inadatti”, fa tirare un sospiro di sollievo alle famiglie italiane e a tutte le 29 Associazioni aderenti al Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione). Il Coordinamento esprime il proprio plauso per la decisione adottata dal Governo di predisporre uno schema di decreto legislativo che “aggiorna e potenzia la normativa di disciplina dell’esercizio delle attività televisive a tutela degli spettatori di minore età”. Inoltre il Copercom si compiace per il costante pressing esercitato su Governo e Parlamento da parte del Comitato media e minori, presieduto da Franco Mugerli. La cui azione e promozione sono state, in questa fase, apertamente riconosciute dallo stesso Governo.
Commentando la positiva decisione assunta dal Governo, il Copercom, presieduto da Domenico Delle Foglie, si augura che questo incisivo intervento in materia televisiva sia il segno di un rinnovato interesse per la tutela dei minori alle prese con un mondo multimediale pieno di insidie. Altri ambiti non meno delicati attendono, infatti, un intervento regolatore pubblico che ponga in essere forme cogenti di tutela dei minori. Basti pensare – ricorda il Copercom – alla diffusione esponenziale delle nuove tecnologie e alla cosiddetta convergenza multimediale (televisione, Internet, terminali mobili di videofonia), per temere realisticamente danni allo sviluppo integrale e armonico della personalità di bambini e adolescenti. Sviluppo che – precisa Delle Foglie – noi del Copercom siamo convinti stia a cuore non solo alle nostre Associazioni, ma anche alle famiglie, agli educatori e alla società nel suo complesso.

Per il comunicato stampa clicca qui.

Per le dichiarazioni di Mugerli al Sir, sul "bollino rosso", clicca qui.

 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
RocketTheme Joomla Templates