Banner in alto

I cristiani devono sentirsi responsabili di fronte ai mondi della comunicazione, dell’educazione e delle scienze, per far sentire la presenza della Chiesa nella società e animare con intelligenza, nel rispetto della loro legittima autonomia, i diversi linguaggi dell’arena pubblica
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
Copercom con Bagnasco
Il Copercom (Coordinamento delle associazioni per la comunicazione) si associa alla preoccupazione espressa dal presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, che...
Leggi tutto...
Sì a legge su fine vita
Il tavolo dei presidenti del Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione) ha approvato il seguente Ordine del giorno in relazione al dibattito...
Leggi tutto...
Delle Foglie: nuovo presidente Copercom
“Ascoltare, dialogare e promuovere. Sono le tre linee guida che dovranno caratterizzare l’attività futura del Coordinamento per un impegno comune”. È l’invito...
Leggi tutto...
Banner
Banner
«  novembre 2017  »
lmmgvsd
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930 
Editoriali e commenti
23
May
2012
«Siamo tutti brindisini» PDF Stampa E-mail
di Domenico Delle Foglie   
Melissa_Bassi_attentato_BrindisiQualcuno ha sfigurato il volto della Puglia. Anzi, delle Puglie: Bari, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto. Terre così diverse e persino contraddittorie, dai dialetti reciprocamente incomprensibili, da accenti e cadenze assolutamente riconoscibili, dai colori della terra e del mare diversissimi. E anche mille sapori e odori. Terre distinte e distanti (la Puglia è lunghissima). Genti diverse, i pugliesi.
Eppure, dinanzi al volto sfigurato della Puglia, al volto di Melissa che non c’è più e di Veronica che lotta per vivere, è difficile non dire che questa volta «siamo tutti brindisini». Tutti cittadini di quella terra di mezzo che è il Brindisino. Una piccola striscia di terra, compressa e accerchiata da Bari, Lecce e Taranto. Troppo spesso assimilata, con una certa disinvoltura, al Salento. Sempre in bilico fra le sirene mercantili di Bari, le dolcezze di Lecce e le fascinose asprezze di Taranto. Un mondo piccolo, ma carico di Storia: a Brindisi finisce, secondo la tradizione, la via Appia. Quella colonna sta lì, mutilata della gemella, a ricordare che da quelle parti è passata la Storia di Roma. Ma anche di Bisanzio. E Brindisi resta la porta del Mediterraneo, l’ultimo trampolino utile per la Grecia.
Leggi tutto...
 
23
May
2012
Il vortice e l’antidoto PDF Stampa E-mail
di Marina Corradi   
Strillone_2L’ansia di catturare quell’uomo. Quel tipo in giacca scura che nell’occhio di una videocamera preme su un telecomando, pochi secondi prima dell’esplosione, orrendamente calmo: e poi senza fretta si allontana. È umanamente comprensibile che il desiderio di trovare subito l’attentatore percorra Brindisi, la popolazione e anche i cronisti, come una febbre. L’altra sera i siti di molti quotidiani davano per cosa fatta l’arresto dell’uomo della bomba.
Ne riportavano le iniziali, l’età, l’aspetto, il mestiere e il quartiere in cui abita, oltre al particolare di una invalidità a una mano. L’hanno preso, ci si diceva nelle redazioni - con un misto di soddisfazione e di incredulità, in un Paese che dopo quarant’anni non sa ancora chi mise certe bombe, e perché. E invece no, quell’uomo, sembra, non c’entra. L’han rimandato a casa, gli inquirenti. Ma intanto una piccola folla si era già assembrata davanti alla Questura, e ha preso a calci e pugni l’auto su cui credeva si trovasse il fermato, in una cupa voglia di linciaggio. Ma intanto in tutto il quartiere Sant’Elia, di bocca in bocca quel nome correva, in un irrefrenabile affastellarsi di frettolose certezze: è lui, è sempre stato uno strano, troppo silenzioso, sempre a trafficare con antenne e telecomandi... E le testate sul web a ripetere affannosamente quella “certezza”, nella competizione che si è fatta più aspra da quando l’aggiornamento on line è continuo, e bisogna essere sempre più veloci.
Leggi tutto...
 
22
May
2012
Grillo, il Gabibbo barbuto PDF Stampa E-mail
di Massimo Gramellini   
Beppe_Grillo_comizio_elettoraleGrillo è un Gabibbo barbuto e il Movimento Cinque Stelle la trasposizione politica di «Striscia la Notizia»? La suggestione esiste, inutile negarlo, ma è solo parziale. Grillo è anche il Gabibbo. Un Gabibbo, però, che guarda «Report», ha letto «La Casta» e sa stare sul Web.
I due hanno in comune la cadenza, ligure, e l’ideatore, Antonio Ricci, di cui Grillo è stato a lungo il ventriloquo tv. «Fantastico», «Te la do io l’America», «Te lo do io il Brasile»: l’unico programma di successo che Ricci non gli ha curato è «Te la do io l’Italia». Quello se lo sta scrivendo da solo. Se Grillo ricorda il pupazzo rosso che svergogna i potenti tra ghigni e sberleffi, l’attivista-tipo del Cinque Stelle assomiglia a uno di quegli inviati di «Striscia» che consegnano tapiri: informato, tignoso, sfacciato. Quanto all’elettorato, ne esiste uno cresciuto con le tv berlusconiane che da anni si abbevera ai programmi satirici di denuncia e ha finito per introiettarne meccanismi e valori. «Striscia» e «Le Iene» si pongono come giustizieri della notte, raddrizzatori di torti, vendicatori degli oppressi in contrapposizione a un Potere che magnanimo li finanzia attraverso la pubblicità.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 91
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
RocketTheme Joomla Templates