Banner in alto

Al fine di favorire la riflessione e il coordinamento di varie associazioni nazionali che si interessano alla comunicazione, è stato costituito il Copercom (Coordinamento per la comunicazione)
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
Copercom con Bagnasco
Il Copercom (Coordinamento delle associazioni per la comunicazione) si associa alla preoccupazione espressa dal presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, che...
Leggi tutto...
Sì a legge su fine vita
Il tavolo dei presidenti del Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione) ha approvato il seguente Ordine del giorno in relazione al dibattito...
Leggi tutto...
Delle Foglie: nuovo presidente Copercom
“Ascoltare, dialogare e promuovere. Sono le tre linee guida che dovranno caratterizzare l’attività futura del Coordinamento per un impegno comune”. È l’invito...
Leggi tutto...
Banner
Banner
«  settembre 2017  »
lmmgvsd
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
Editoriali e commenti
19
Jun
2012
Rai difficile per la società civile PDF Stampa E-mail
di Stefano Menichini   
rai_sede_torinoSe l’avesse escogitato uno degli antipatizzanti della cosiddetta società civile (vicino a Bersani ce ne sono alcuni), non sarebbe venuto così bene. Lo scherzetto che il segretario del Pd ha combinato alle associazioni s’è rivelato insidioso: chiamato a esprimere due nomi per il consiglio d’amministrazione della Rai (solo due: non tre, cinque, una rosa di nomi...), il mondo associativo, rispettabile e carico di onori, ha risposto ma è andato in tilt.
S’è capito che organizzare convegni e manifestazioni, sottoscrivere appelli e proposte di legge, lavorare con dedizione sul territorio nelle situazioni più estreme e disagiate, tutto questo è un conto. Un altro conto è entrare nel tritacarne delle nomine, che vuol dire personalità da selezionare e scartare, competenze da vagliare, ambizioni da contenere; tutto col bilancino dell’appartenenza di genere, dell’adesione a questa o quella sigla e naturalmente, un po’, anche dell’orientamento politico.
Leggi tutto...
 
19
Jun
2012
Colombo-Tobagi, senza l’unanimità PDF Stampa E-mail
di Gianni Del Vecchio   
gherardo_colomboDopo una riunione fiume di oltre sei ore, le associazioni chiamate dal segretario Pd, Pier Luigi Bersani, a indicare i due nomi di spettanza democratica per il cda della Rai, sono riuscite ad arrivare a una sintesi. La coppia prescelta è formata dall’ex magistrato del pool di Mani pulite, Gherardo Colombo (nella foto), e da Benedetta Tobagi, giornalista e scrittrice, figlia del cronista Walter assassinato dal terrorismo rosso nel 1980. Il consenso però non è stato unanime: i due sono stati votati da tre associazioni su quattro, e cioè da Libera, da Libertà e giustizia e dal vasto Comitato per la libertà e il diritto all’informazione (composto da oltre una sessantina di sigle, sindacali e non). A essersi sfilato invece è “Se non ora quando”, il comitato nato per rispondere al Rubygate e al modo in cui Berlusconi tratta le donne. Critiche poi sono arrivate anche dal mondo cattolico, visto che quelle associazioni sono rimaste fuori dalle consultazioni. Insomma, la scelta non è stata indolore.
Leggi tutto...
 
17
Jun
2012
Il "Pulitzer" Hersh e i new media PDF Stampa E-mail
di La Repubblica   
seymour_hershMetti un pomeriggio un premio Pulitzer, un campione del giornalismo d'inchiesta, a parlare di internet e di Twitter. Succede a Capri, al premio “Biagio Agnes”, e le risposte non sono scontate. È il presidente della Rai Paolo Garimberti a intervistare Seymour Hersh (nella foto), che da giovane cronista freelance di Chicago scoprì il massacro di My Lai. E che pubblicò il reportage, ecco il punto, quasi due anni dopo la strage di civili nel villaggio vietnamita. “Per me è come se fosse oggi, perché quel massacro fu compiuto dall’esercito del mio paese, un paese che anch’io ho servito come soldato”.
Regalato il giusto tributo a uno scoop (ma Hersh, 75 anni, ha portato sui giornali di tutto il mondo anche le sevizie nel carcere iraniano di Abu Ghraib, con relative foto in posa) resta il tema del dibattito. E cioè, come coniugare il bisogno di approfondimento, e i tempi lunghi del giornalismo di inchiesta, con la velocità dei nuovi media.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 91
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
RocketTheme Joomla Templates