Banner in alto

I cristiani devono sentirsi responsabili di fronte ai mondi della comunicazione, dell’educazione e delle scienze, per far sentire la presenza della Chiesa nella società e animare con intelligenza, nel rispetto della loro legittima autonomia, i diversi linguaggi dell’arena pubblica
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
Copercom con Bagnasco
Il Copercom (Coordinamento delle associazioni per la comunicazione) si associa alla preoccupazione espressa dal presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, che...
Leggi tutto...
Sì a legge su fine vita
Il tavolo dei presidenti del Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione) ha approvato il seguente Ordine del giorno in relazione al dibattito...
Leggi tutto...
Delle Foglie: nuovo presidente Copercom
“Ascoltare, dialogare e promuovere. Sono le tre linee guida che dovranno caratterizzare l’attività futura del Coordinamento per un impegno comune”. È l’invito...
Leggi tutto...
Banner
Banner
«  settembre 2017  »
lmmgvsd
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
Legge su "Fine Vita"
10
Apr
2011
Cassazione doppia, chiarezza urgente PDF Stampa E-mail
di Assuntina Morresi   
cassazioneIl medico non è vincolato dalle volontà espresse dal paziente, anche quando sono sottoscritte in un consapevole consenso informato, ma deve operare con prudenza, in scienza e coscienza, per il bene di chi ha in cura. Questo il succo della sentenza con cui la Cassazione ieri ha confermato la condanna per omicidio colposo (andata comunque in prescrizione) a tre chirurghi che avevano operato una signora gravemente malata di cancro, morta a seguito dell'intervento: la donna lo aveva chiesto con forza ma, secondo i giudici, quello dei chirurghi si configurava come «inutile accanimento diagnostico-terapeutico», vietato dal codice deontologico e passibile di condanna. Non basta, cioè, che un malato capace di intendere e di volere chieda una terapia ben precisa, perché il medico la debba eseguire: l'ultima parola
Leggi tutto...
 
03
Apr
2011
Fedeli all'uomo e alla vita PDF Stampa E-mail
di Franco Miano   
vita3Il tema del "fine vita" – ancor prima di investire gli ambiti pubblici della comune opinione, del dibattito culturale e sociale, o della riflessione giurisdizionale e legislativa – coinvolge ambiti privati fatti di fatiche spesso silenziose, di sofferenze personali e familiari. Contestualmente, però, è proprio la consapevolezza della complessità di tali drammatiche vicende a imporre a ciascuno il coraggio di saper leggere e coniugare – oltre i colori e i clamori della cronaca quotidiana – il dolore di quei vissuti privati con la dimensione pubblica che ci riguarda, rispetto alla quale siamo chiamati a offrire, come cittadini, il nostro rispettoso e responsabile contributo.  In tal senso e preliminarmente, non si può non continuare a credere nell’importanza
Leggi tutto...
 
31
Mar
2011
Per una legge che sia utile PDF Stampa E-mail
di Domenico Delle Foglie   
parlamentoSì, questa è la stagione in cui per i cattolici è ancor più importante rendere visibile e tangibile la "cultura della vita". Una cultura che come cittadini italiani sappiamo di condividere con tanti non credenti, dentro e fuori le aule del Parlamento, nelle corsie degli ospedali come nelle aule scolastiche, nelle stanze dei tribunali e delle università, nelle famiglie come nelle associazioni e nei movimenti, nelle parrocchie e negli oratori come nei circoli, nei media tradizionali come nella rete, nei gruppi di amici e nelle più diverse articolazioni di questa nostra società complessa e postmoderna. 
Una "cultura della vita" che può e deve ispirare – e accompagnare – i passi decisivi della legge sulle dichiarazioni anticipate di trattamento (Dat)
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 12
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
RocketTheme Joomla Templates