Banner in alto

I cristiani devono sentirsi responsabili di fronte ai mondi della comunicazione, dell’educazione e delle scienze, per far sentire la presenza della Chiesa nella società e animare con intelligenza, nel rispetto della loro legittima autonomia, i diversi linguaggi dell’arena pubblica
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
Copercom con Bagnasco
Il Copercom (Coordinamento delle associazioni per la comunicazione) si associa alla preoccupazione espressa dal presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, che...
Leggi tutto...
Sì a legge su fine vita
Il tavolo dei presidenti del Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione) ha approvato il seguente Ordine del giorno in relazione al dibattito...
Leggi tutto...
Delle Foglie: nuovo presidente Copercom
“Ascoltare, dialogare e promuovere. Sono le tre linee guida che dovranno caratterizzare l’attività futura del Coordinamento per un impegno comune”. È l’invito...
Leggi tutto...
Banner
Banner
«  agosto 2017  »
lmmgvsd
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031 
03
Jun
2012
Famiglia e politica, rapporto da ricostruire PDF Stampa E-mail
di Francesco Bonini   
Famiglia_4Semplicemente è il momento di “rendere giustizia alla famiglia”. Si può forse riassumere così l’impegno che emerge dall’incontro mondiale di Milano.
Parlando alle autorità politiche e amministrative e, poi, nel dialogo con il popolo delle famiglie, il Papa offre un quadro sistematico, che parte e arriva alla persona concreta, alle situazioni di ogni giorno.
Lo Stato, spiega Benedetto XVI, è a servizio e a tutela della persona e del suo ben essere, che ha appunto al centro la famiglia, quella giusta, quella “normale”, che pure fa fatica, tanta fatica a essere riconosciuta e supportata. Eppure uno dei risultati dell’incontro mondiale di Milano è proprio la scoperta che, mentre si fa un gran parlare, nel sistema della comunicazione, di famiglie al plurale, si rischia di perdere il grande bene che per la società è la famiglia fondata sul matrimonio e aperta alla vita. Di cui si sono toccate con mano l’importanza e la vitalità. Insomma, a forza di lavorare sulle eccezioni si rischia di smarrire la regola, con costi potenzialmente sempre più elevati.
Il discorso del Papa, tuttavia, è tutto in positivo. La rivendicazione per la famiglia è all’interno di un sistema di buon governo che non ha nessun carattere confessionale.
Leggi tutto...
 
31
May
2012
Tv2000 sbarca su YouTube PDF Stampa E-mail
Tv_2000Tv2000 apre il suo canale ufficiale su YouTube. L’emittente televisiva, diretta da Dino Boffo, grazie all’accordo di partnership con la piattaforma di video sharing più vista del mondo, prosegue così il proprio cammino sul fronte della crossmedialità.
“Siamo convinti che la nostra presenza su YouTube possa contribuire ad una maggiore conoscenza della nostra televisione, dei nostri programmi, dei nostri servizi, del nostro palinsesto – spiega Dino Boffo −. Proprio perché la nostra è una tv che – se ci riesce − vuol parlare a tutti, donne e uomini di ogni età, ma anche ai giovani, ha scelto di entrare nella piazza virtuale del web, in quel ‘cortile dei gentili’ in cui c’è spazio per il dialogo e il sereno confronto. Tv2000 vuole rivolgersi a credenti, a persone tiepide, inquiete o in ricerca. Il che significa, pensando concretamente al palinsesto”, che “teniamo a mente delle tipologie precise di persone. Questo nuovo spazio” consentirà “ancora di più alle persone di entrare a far parte della community di Tv2000 e partecipare così alla vita della nostra televisione”.
Leggi tutto...
 
30
May
2012
Il decalogo Weca per il web PDF Stampa E-mail
Weca_decalogo_per_webL’Associazione dei Webcattolici italiani, da sempre impegnata in difesa e a tutela dei minori, ha realizzato un decalogo, o meglio, una guida dedicata alle famiglie, ai loro figli, alle scuole e alle comunità: 10 consigli “positivi”. Convinti infatti che Internet e le nuove tecnologie possano essere importanti per la crescita e la formazione della persona, questa guida parla ai più piccoli ma soprattutto ai loro genitori. Sono infatti gli adulti a dover fare i conti con una realtà che magari trascurano perché la si conosce poco.
Il decalogo racconta come rapportarsi al web attraverso il genere divertente e colorato del fumetto: per apprezzare e scoprire le qualità di internet, per crescere ed apprendere insieme ai genitori, per vivere meglio e cogliere con questa guida un’occasione in più per dialogare insieme.
In occasione della Giornata mondiale delle famiglie (Milano, 30 maggio-3 giugno 2012), Weca ha preparato il decalogo per la “buona navigazione” anche in Inglese e Spagnolo. Tutte le versioni sono disponibili nel sito di Weca, per la più ampia diffusione e (speriamo) utilità per le famiglie.
Leggi tutto...
 
27
May
2012
Media e Chiesa, per altri percorsi PDF Stampa E-mail
di Paolo Bustaffa   
Cupola_di_San_PietroLe notizie sul Vaticano continuano a occupare le aperture e le pagine dei media. La gente vede, legge, ascolta e riflette. Il pensiero va soprattutto al Papa. Così fragile e così forte. Per primo aveva parlato dei rischi interni alla Chiesa e per primo aveva preso iniziative di straordinaria efficacia contro il male e l’errore. Per primo, in un tempo di disorientamento, aveva chiesto (e chiede ancor oggi) di non perdere l’unico riferimento che conta nella vita: Dio. Non ha avuto paura nel far udire la sua voce, con quel linguaggio fatto di profondità, di fermezza e di mitezza, neppure su laceranti questioni interne. Troppo a cuore gli sta la trasparenza, la bellezza, il profumo della casa di Dio. La gente conosce questa sua passione e soffre come lui e con lui per quanto sta accadendo.
La gente sa distinguere i fatti, i commenti e le analisi dei media, da una realtà, la Chiesa, che non può essere ingabbiata negli schemi di un’informazione unidirezionale. La gente non si lascia travolgere dal torrente mediatico così come non chiude gli occhi di fronte a fatti che turbano profondamente. Al contrario li apre ancor più. Non censura titoli, parole e immagini ma non si lascia prendere da confusioni e approssimazioni: conosce il Papa e la Chiesa. Ed è questa conoscenza, non formale, a consentire anche un giudizio sull’informazione, sull’interpretazione e sui commenti dei cosiddetti esperti di cose vaticane.
Leggi tutto...
 
24
May
2012
Cittadini digitali e più democratici PDF Stampa E-mail
di Patrizio Ciotti   
Cittadino_digitale_2La “cittadinanza digitale” è “da salutare come un fatto positivo. La Rete sta diventando sempre più strumento di partecipazione”. Non è più vista “solo come dimensione ludica, ma corre in parallelo con il processo democratico”. Lo ha detto Elisa Manna, responsabile del Settore politiche culturali del Censis, intervenendo ieri sera alla diretta web del laboratorio online “animatori cultura e comunicazione” del Copercom, sul tema “Media e minori: come sarà il cittadino digitale?”.
Secondo Manna il “cittadino digitale” avrà “un peso enorme nella politica del futuro”. I diritti di cittadinanza vengono percepiti “come accesso alla democrazia”. I “diritti umani, ad esempio, potranno essere diffusi con più efficacia attraverso la Rete. E affermarsi anche nei paesi che attualmente non ne godono”. Inoltre, “si parla di avere una nuova generazione di politici, in particolare di cattolici impegnati in politica”. Ora, la “cittadinanza digitale” potrebbe essere “un valido supporto”, purché ci si tenga lontani dalle “vecchie logiche della cooptazione”. Il linguaggio digitale potrebbe “aiutare ad avviare una nuova stagione politica. E chi altri se non i giovani sono i più adatti al cambiamento?”.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 58
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
RocketTheme Joomla Templates