Banner in alto

I cristiani devono sentirsi responsabili di fronte ai mondi della comunicazione, dell’educazione e delle scienze, per far sentire la presenza della Chiesa nella società e animare con intelligenza, nel rispetto della loro legittima autonomia, i diversi linguaggi dell’arena pubblica
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
Copercom con Bagnasco
Il Copercom (Coordinamento delle associazioni per la comunicazione) si associa alla preoccupazione espressa dal presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, che...
Leggi tutto...
Sì a legge su fine vita
Il tavolo dei presidenti del Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione) ha approvato il seguente Ordine del giorno in relazione al dibattito...
Leggi tutto...
Delle Foglie: nuovo presidente Copercom
“Ascoltare, dialogare e promuovere. Sono le tre linee guida che dovranno caratterizzare l’attività futura del Coordinamento per un impegno comune”. È l’invito...
Leggi tutto...
Banner
Banner
«  novembre 2017  »
lmmgvsd
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930 
23
Jan
2010
Nota su Decreto Legislativo n. 169 PDF Stampa E-mail
Paolo_RomaniLa tv avrà presto una nuova legge. È il Decreto Legislativo n.169 del Governo, ora all’esame delle Commissioni parlamentari Cultura della Camera e Lavori pubblici e comunicazioni del Senato. Il cosiddetto “Decreto Romani”, che prende il nome dal Viceministro per le comunicazioni, recepisce la direttiva europea 2007/65/CE  dell’ 11 dicembre 2007 sui servizi media audiovisivi, integrandola con nuove norme che sostituiranno il precedente Testo Unico sulla televisione (D. Legs. 31/07/2005, n. 177). La direttiva europea 2007/65/CE recepisce, modificandole, le precedenti direttive europee concernenti l’esercizio delle attività televisive (tv senza frontiere): la direttiva 89/552/CEE del Consiglio del 3 ottobre 1989; la direttiva 97/36/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 giugno 1997.
Leggi tutto...
 
22
Jan
2010
Preti e laici: insieme nell'era digitale PDF Stampa E-mail
monspaultigheIl laboratorio “Animatori Cultura e Comunicazione” del Copercom organizza giovedì 25 febbraio alle ore 21 un incontro on line sul tema:"Preti e laici, insieme nell'era digitale". Ospite della serata sarà mons. Paul Tighe, segretario del Pontificio Consiglio delle comunicazioni sociali. L’appuntamento vuole essere un momento di riflessione sul messaggio di Benedetto XVI per la 44ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali (16 maggio). L'incontro rientra nell'attività di formazione on line proposta dal Copercom, che prevede appuntamenti mensili dedicati all'approfondimento e al confronto sulla comunicazione relativa a temi e fatti di rilievo.
L'iniziativa si rivolge ad animatori della cultura e della comunicazione e a quanti - laici, sacerdoti, religiosi e religiose - abbiano il desiderio di promuovere e sperimentare sul territorio, o negli ambienti, incontri con la gente per approfondire aspetti significativi e problematici della comunicazione mediatica.
Leggi tutto...
 
22
Jan
2010
Comunicato stampa su Decreto Romani PDF Stampa E-mail
Repubblica-italianaIl Copercom, coordinamento delle associazioni per la comunicazione, nel prendere atto che il Decreto Romani introduce norme più stringenti a tutela dei minori, richiama il Governo ad attuare integralmente quanto disposto dalla Direttiva europea che invita gli Stati membri ad adottare "misure atte a garantire che le trasmissioni delle emittenti televisive soggette alla loro giurisdizione non contengano alcun programma che possa nuocere gravemente allo sviluppo fisico, mentale o morale dei minorenni, in particolare programmi che contengano scene pornografiche o di violenza gratuita".  
Inoltre per evitare che, in sede applicativa, possano manifestarsi dubbi circa la corretta interpretazione delle norme contenute nel decreto, si richiede di estendere anche ad altri programmi considerati comunque nocivi la disciplina di dettaglio contenente l'indicazione degli accorgimenti tecnici idonei ad escludere che tali programmi possano essere visti dai minori.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 Succ. > Fine >>

Pagina 70 di 70
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
RocketTheme Joomla Templates