Banner in alto

I cristiani devono sentirsi responsabili di fronte ai mondi della comunicazione, dell’educazione e delle scienze, per far sentire la presenza della Chiesa nella società e animare con intelligenza, nel rispetto della loro legittima autonomia, i diversi linguaggi dell’arena pubblica
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
Copercom con Bagnasco
Il Copercom (Coordinamento delle associazioni per la comunicazione) si associa alla preoccupazione espressa dal presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, che...
Leggi tutto...
Sì a legge su fine vita
Il tavolo dei presidenti del Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione) ha approvato il seguente Ordine del giorno in relazione al dibattito...
Leggi tutto...
Delle Foglie: nuovo presidente Copercom
“Ascoltare, dialogare e promuovere. Sono le tre linee guida che dovranno caratterizzare l’attività futura del Coordinamento per un impegno comune”. È l’invito...
Leggi tutto...
Banner
Banner
«  settembre 2017  »
lmmgvsd
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
17
May
2012
Parola e silenzio nel rumore di fondo PDF Stampa E-mail
di Andrea Melodia   
Parola_e_silenzioUna prima considerazione sul rapporto tra parola e silenzio mi viene suggerita dalla tecnica. Nel trattamento sia dell’audio sia del video, quando manca il segnale non si ottengono il silenzio o il nero, ma il rumore: un fruscio o l’effetto sabbia. Se dunque il rumore è l’opposto comune sia del suono sia del silenzio, allora parola e silenzio sono quasi la stessa cosa. Curioso come si possa giungere per una strada inaspettata a un risultato simile a quello che proviene da una riflessione più alta, come quella del Papa: “Quando parola e silenzio si escludono a vicenda, la comunicazione si deteriora, o perché provoca un certo stordimento, o perché, al contrario, crea un clima di freddezza; quando, invece, si integrano reciprocamente, la comunicazione acquista valore e significato”.
In un testo di Bruno Forte sul tema della Giornata mondiale per le comunicazioni sociali trovo poi una serie di considerazioni che mi sembra costituiscano la premessa storica necessaria a comprendere il ruolo della comunicazione nell’epoca contemporanea.
Leggi tutto...
 
Silenzio e parola: cammino di evangelizzazione PDF Stampa E-mail
di Monsignor Domenico Pompili   
Chiostro“Parola e silenzio nella loro unità reciprocamente costitutiva sono simbolo della verità, che è insieme detta e nascosta, luce e ombra, chiarezza e mistero inesauribile”. Così monsignor Domenico Pompili, sottosegretario Cei e direttore Ufficio comunicazioni sociali, commentando il Messaggio del Papa per la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali 2012 nel suo intervento, l'8 febbraio a Roma, al Comitato dei presidenti e dei delegati Copercom. Secondo monsignor Pompili, che dallo scorso anno conduce “Dodici minuti dodici”, itinerario di spiritualità del Copercom per i comunicatori, “silenzio e parola insieme formano una totalità, cioè un simbolo. Separati, al contrario, degenerano”. Per questo “cogliere l'unità profonda di parola e silenzio significa ripensare la comunicazione. Questa non può essere ridotta a pura ‘enunciazione’, ma è apertura all'alterità, cioè capacità di allestire lo spazio dell'incontro che è prima di tutto ascolto”. Ascolto dell’altro, di sé, ma anche di Dio perché, spiega il sottosegretario Cei, il silenzio “è il segreto dell’evangelizzazione”. “Solo il silenzio dà corpo, peso e carne alla parola che altrimenti è chiacchiera, riempitivo, inconsistenza”.
Leggi tutto...
 
17
May
2012
Media e minori: le buone prassi PDF Stampa E-mail
di Patrizio Ciotti   
Lavagna_interattiva_multimediale_Lim_1“Utilizzare le eccellenze nelle scuole, nelle associazioni, nelle comunità e nelle parrocchie per formare gli educatori. Incoraggiarli a non aver paura. A essere curiosi. A approfondire le nuove tecnologie”. È quanto è emerso ieri sera dalla diretta web del laboratorio online “animatori cultura e comunicazione” del Copercom sul tema “Media e minori: come far emergere e valorizzare il positivo?”, per un approccio alle “buone prassi”.
Massimo Angeloni, docente e presidente dell’Uciim (Unione cattolica insegnanti medi) Lazio, ha parlato della sperimentazione della Lavagna interattiva multimediale (Lim) nelle scuole. “La nostra associazione – ha spiegato – si occupa innanzitutto della formazione dei docenti. Li aiutiamo a prendere confidenza con la Lim. È chiaro che devono avere un minimo di conoscenza dell’informatica”. Essere al passo, o quantomeno accorciare le distanze, col “linguaggio dei nativi digitali”. Così facendo possono organizzare meglio “il materiale per la lezione” (testi, suoni, immagini, video). “Cerchiamo”, inoltre, “di far interagire i ragazzi con loro sui contenuti”. La “scommessa” è trovare “un punto d’incontro tra le due generazioni”.
Leggi tutto...
 
17
May
2012
Parola e silenzio nel rumore di fondo PDF Stampa E-mail
di Andrea Melodia   
Parola_e_silenzioUna prima considerazione sul rapporto tra parola e silenzio mi viene suggerita dalla tecnica. Nel trattamento sia dell’audio sia del video, quando manca il segnale non si ottengono il silenzio o il nero, ma il rumore: un fruscio o l’effetto sabbia. Se dunque il rumore è l’opposto comune sia del suono sia del silenzio, allora parola e silenzio sono quasi la stessa cosa. Curioso come si possa giungere per una strada inaspettata a un risultato simile a quello che proviene da una riflessione più alta, come quella del Papa: “Quando parola e silenzio si escludono a vicenda, la comunicazione si deteriora, o perché provoca un certo stordimento, o perché, al contrario, crea un clima di freddezza; quando, invece, si integrano reciprocamente, la comunicazione acquista valore e significato”.
In un testo di Bruno Forte sul tema della Giornata mondiale per le comunicazioni sociali trovo poi una serie di considerazioni che mi sembra costituiscano la premessa storica necessaria a comprendere il ruolo della comunicazione nell’epoca contemporanea.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 70
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
RocketTheme Joomla Templates