Banner in alto

I cristiani devono sentirsi responsabili di fronte ai mondi della comunicazione, dell’educazione e delle scienze, per far sentire la presenza della Chiesa nella società e animare con intelligenza, nel rispetto della loro legittima autonomia, i diversi linguaggi dell’arena pubblica
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
Copercom con Bagnasco
Il Copercom (Coordinamento delle associazioni per la comunicazione) si associa alla preoccupazione espressa dal presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, che...
Leggi tutto...
Sì a legge su fine vita
Il tavolo dei presidenti del Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione) ha approvato il seguente Ordine del giorno in relazione al dibattito...
Leggi tutto...
Delle Foglie: nuovo presidente Copercom
“Ascoltare, dialogare e promuovere. Sono le tre linee guida che dovranno caratterizzare l’attività futura del Coordinamento per un impegno comune”. È l’invito...
Leggi tutto...
Banner
Banner
«  novembre 2017  »
lmmgvsd
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930 
16
May
2012
Al via l'"alta scuola di formazione" Ucsi PDF Stampa E-mail
Scuola_alta_formazione_UcsiUna scuola d’“alta formazione” per giovani giornalisti. È la proposta Ucsi (Unione cattolica stampa italiana) per rispondere ai nuovi bisogni della professione. La seconda edizione della scuola, intitolata allo scomparso vaticanista “Giancarlo Zizola” e presieduta dal presidente nazionale Andrea Melodia, si terrà a Fiuggi dal 25 al 27 maggio. È riservata ai giovani giornalisti dei direttivi regionali dell’Unione e agli allievi delle scuole di giornalismo.
“In un momento di crisi della professione – ha detto Melodia presentando l’iniziativa – l’Ucsi ripropone per il secondo anno consecutivo un momento di riflessione che coinvolge soprattutto i giovani. Una riflessione che punta sia alla questione della sempre più forte mancanza di credibilità dei giornalisti nei confronti dei lettori sia sul ruolo dei cattolici nei media. Etica e deontologia da una parte e dall’altra una panoramica sui problemi emergenti della comunicazione come le questioni urgenti del ruolo di un giornalismo di servizio pubblico e dell’offerta di qualità del mondo dell’informazione”.
Il programma della scuola è suddiviso in quattro sezioni, coordinate dal presidente Melodia e dai giornalisti Paolo Scandaletti, Guido Mocellin e Franco Maresca.
Tra i relatori il sottosegretario e portavoce Cei, monsignor Domenico Pompili; il sottosegretario all’Editoria, Paolo Peluffo; il direttore dell’Asca, Gianfranco Astori.
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
RocketTheme Joomla Templates