Banner in alto

I cristiani devono sentirsi responsabili di fronte ai mondi della comunicazione, dell’educazione e delle scienze, per far sentire la presenza della Chiesa nella società e animare con intelligenza, nel rispetto della loro legittima autonomia, i diversi linguaggi dell’arena pubblica
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
Copercom con Bagnasco
Il Copercom (Coordinamento delle associazioni per la comunicazione) si associa alla preoccupazione espressa dal presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, che...
Leggi tutto...
Sì a legge su fine vita
Il tavolo dei presidenti del Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione) ha approvato il seguente Ordine del giorno in relazione al dibattito...
Leggi tutto...
Delle Foglie: nuovo presidente Copercom
“Ascoltare, dialogare e promuovere. Sono le tre linee guida che dovranno caratterizzare l’attività futura del Coordinamento per un impegno comune”. È l’invito...
Leggi tutto...
Banner
Banner
«  settembre 2017  »
lmmgvsd
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
23
May
2012
Linee guida Cei contro gli abusi sui minori PDF Stampa E-mail
Maltrattamenti_sui_minoriPoiché la tutela dei minori è sempre al centro delle preoccupazioni del Copercom e delle 29 associazioni aderenti, ci pare opportuno mettere a disposizione di tutti le “Linee guida per i casi di abuso sessuale nei confronti di minori da parte di chierici”, approvate dall’Assemblea della Cei e dalla Congregazione per la Fede e presentate ufficialmente ieri.
Si tratta di norme che disciplinano una materia delicatissima e che si conformano, come ha precisato il segretario generale della Cei, monsignor Mariano Crociata, alla “linea a suo tempo indicata dalla Santa Sede agli episcopati di prendersi cura delle vittime, prevenendo al contempo il ripetersi di simili comportamenti delittuosi”. Il segretario generale, con una scelta di trasparenza, ha voluto anche fornire alcune cifre molto significative sulla casistica italiana dei preti coinvolti in casi di pedofilia, ovvero di abusi sessuali nei confronti di minori in età pre-puberale (convenzionalmente sotto i dodici anni): “Negli anni dal 2000 al 2011 si sono verificati 135 casi, con 52 condanne, 4 assoluzioni, 77 denunce, 22 condanne in primo grado, 17 in secondo grado e 12 archiviazioni”.
Le “Linee guida” richiedono ovviamente un’attenta lettura che è consigliata ai genitori, agli educatori e agli animatori di comunità per meglio tutelare i minori da eventuali abusi e per meglio raccordarsi con l’autorità ecclesiastica, nella certezza, come ha tenuto a ribadire alcuni mesi fa il presidente cardinale Angelo Bagnasco, che “la porta del vescovo è sempre aperta”. Dunque, quanti hanno contatti con i minori sanno di poter contare sulla collaborazione fattiva, anche ai fini di giustizia, dell’intera comunità ecclesiale, attraverso il pastore della diocesi.
Le “Linee guida” hanno sia profili canonistici sia profili penalistici ed esaminano i rapporti con l’autorità civile. A tal fine, e per un più puntuale discernimento, consigliamo una lettura attenta. Anche al fine di sgombrare il campo da letture e interpretazioni distorte e malevole.

Per il testo integrale clicca qui.

 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
RocketTheme Joomla Templates