Banner in alto

I cristiani devono sentirsi responsabili di fronte ai mondi della comunicazione, dell’educazione e delle scienze, per far sentire la presenza della Chiesa nella società e animare con intelligenza, nel rispetto della loro legittima autonomia, i diversi linguaggi dell’arena pubblica
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
  • Associazioni Copercom
Copercom con Bagnasco
Il Copercom (Coordinamento delle associazioni per la comunicazione) si associa alla preoccupazione espressa dal presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, che...
Leggi tutto...
Sì a legge su fine vita
Il tavolo dei presidenti del Copercom (Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione) ha approvato il seguente Ordine del giorno in relazione al dibattito...
Leggi tutto...
Delle Foglie: nuovo presidente Copercom
“Ascoltare, dialogare e promuovere. Sono le tre linee guida che dovranno caratterizzare l’attività futura del Coordinamento per un impegno comune”. È l’invito...
Leggi tutto...
Banner
Banner
«  settembre 2017  »
lmmgvsd
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
Documentazione PDF Stampa E-mail




La crisi economica mondiale che stiamo attraversando ha accelerato il processo di trasformazione del sistema dei media già in atto, modificandone alcune direttrici, e determinando metamorfosi inattese, secondo il paradigma della moltiplicazione e integrazione dei media, con l'assottigliamento dei confini tra i mezzi e tra i generi della comunicazione.
Il Rapporto si focalizza anche su tre questioni di grande rilevanza e attualità: la moltiplicazione degli usi della televisione; l'informazione e la fiducia riposta dal pubblico nei media; l'affermazione di un nuovo paradigma nell'uso dei media, rispecchiato dalla crescita esponenziale degli utenti di Facebook e degli altri social network.



Televisione, cellulare e radio sono i media in assoluto più apprezzati dai giovani, perché tutti e tre dotati di un modello di comunicazione diretto, fluido, personale, disimpegnato e interattivo. Internet è una vera eccezione, spacca in due il mondo giovanile: metà lo vive come il più avanzato coronamento della terna di cui sopra, metà come un difficile strumento che compromette la facilità e la fluidità della stessa. Tutto ciò che è cartaceo - libri, quotidiani, periodici - essendo percepiti all'opposto come pesanti, impegnativi, unidirezionali, rigidi, non giocano un ruolo preminente nelle diete mediatiche giovanili, pur essendo queste generalmente, molto variegate e molto ricche. [...]
Le 40 schede che compongono il Rapporto approfondiscono macro-tematiche che vanno dall'abuso e disagio alla salute, dall'utilizzo dei nuovi media ai principali cambiamenti intervenuti a modificare taluni comportamenti delle agenzie di senso e di orientamento come la famiglia e la scuola, ma anche i luoghi della cultura e della fruizione del tempo libero.
Le due grandi indagini svolte all'interno del mondo scolastico hanno interessato circa 2.500 bambini e ragazzi in 33 scuole di ogni ordine e grado. L'Identikit del bambino è stato tracciato attraverso un questionario somministrato a bambini con un'età compresa tra i 7 e gli 11 anni, frequentanti la terza, quarta e quinta classe della scuola primaria e la prima classe della scuola secondaria di primo grado. L'Identikit dell'adolescente, invece, ha raccolto gli orientamenti dei ragazzi dai 12 ai 19 anni, frequentanti la seconda e la terza classe della scuola secondaria di primo grado o una delle cinque classi della scuola secondaria di II grado. I questionari analizzati sono stati 1.090 per quanto riguarda l'infanzia e 1.373 per l'adolescenza.



Società italiana di pediatria - "Abitudini e stili di vita degli adolescenti italiani"
Il binomio "calciatore – ballerina" resta ancora saldamente in testa nei desideri degli adolescenti riguardo il loro "progetto di vita". Ma mentre i maschi non mostrano cenni di flessione sulla vocazione alla "pedata", le femmine, più pragmatiche, col tempo stanno preferendo alla ballerina tout court un più versatile "personaggio famoso", senza preoccuparsi più di tanto delle ragioni che dovranno portarle alla ribalta delle cronache. E proprio tra le ragazze sono sempre più frequenti le risposte doppie, con abbinamenti anche stravaganti: velina o magistrato; ballerina o medico. Una "subordinata", insomma: "se non sfondo con perizoma e tacchi a spillo, posso sempre mettere la toga o il camice". [...]



Istat - La vita quotidiana dei bambini e ragazzi
Le indagini Multiscopo condotte dall'Istat rilevano alcuni comportamenti e gli aspetti più importanti della vita quotidiana delle famiglie e degli individui. I dati di seguito analizzati sono stati rilevati nell'ambitodell'Indagine Multiscopo "Aspetti della vita quotidiana" attraverso un modulo specifico sull'infanzia sullabase di una convenzione tra Istituto nazionale di statistica e Ministero del Lavoro, della Salute e delle PoliticheSociali. L'indagine è stata condotta su un campione di 20 mila famiglie per un totale di circa 49 mila individui.Le famiglie con minori (bambini e ragazzi fino a 17 anni) intervistate sono state 5.462. La rilevazione è statacondotta nel mese di febbraio 2008 ed è stata realizzata con la tecnica di intervista faccia a faccia. Si tratta deiprimi risultati, ulteriori approfondimenti saranno pubblicati quanto prima.
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
RocketTheme Joomla Templates